Con la mostra ''Space Oddity'' dal 24 febbraio riapre anche la Fondazione Sandretto

di REDAZIONE
pubblicato il 18/02/2021


La Fondazione Sandretto Re Rebaudengo riapre mercoledì 24 febbraio, dalle 15 alle 20, con ingresso gratuito. Salvo aggiornamenti ministeriali, i giorni di apertura, fino al 2 maggio, saranno i seguenti: giovedì e venerdì dalle 15 alle 20. Siamo felici di potervi nuovamente accogliere nelle nostre sale in totale sicurezza – fanno sapere dalla fondazione di Borgo San Paolo –. Le visitatrici e i visitatori saranno accolti dalle mediatrici culturali, secondo un approccio che da sempre privilegia la dimensione del piccolo gruppo, coniugando il dialogo con le informazioni sulla mostra, le opere, le artiste e gli artisti e naturalmente sulle norme di sicurezza.
Ci preme ricordare che la Fondazione è sottoposta a una pulizia e sanificazione costante
”.
Il personale della Fondazione garantirà il distanziamento sociale tra i visitatori ed eviterà qualsiasi forma di assembramento. Mascherina obbligatoria.

A inaugurare la riapertura sarà la mostra Space Oddity. Spazi e corpi al tempo del distanziamento sociale, curata da Irene Calderoni e visitabile dal 24 febbraio al 2 maggio 2021. “Space Oddity” è una mostra, una collezione, una storia, un album di immagini e di parole. È una foto ideale di artiste e artisti passati in Fondazione in questi anni. Al tempo del distanziamento sociale, dei lockdown mirati e delle Zone, è concepita come una palestra, un contesto per sperimentare nuovi movimenti, pensieri e relazioni di prossimità con gli altri corpi e con gli oggetti. È un allenamento guidato da 34 opere: un’esercitazione sullo spazio, all’incrocio tra chiuso e aperto, mentale, fisico, virtuale. Affettivo e ostile. Personale e politico. Sono le artiste e gli artisti a suggerire i passi, le evoluzioni, le pause”.


Maggiori informazioni
 
Nuovi orari: giovedì a venerdì dalle 15 alle 20.
Apertura straordinaria mercoledì 24 febbraio dalle 15 alle 20 (ingresso gratuito)


PRENOTA LA VISTA cliccando qui oppure mandando una mail a biglietteria@fsrr.org specificando l'orario di arrivo