Troppe le incognite legate alla pandemia, Salone del Libro verso il rinvio in autunno

di REDAZIONE
pubblicato il 16/01/2021


L’emergenza pandemica in atto e l’attuale stato della campagna vaccinale non permettono di ipotizzare lo svolgimento in sicurezza di un Salone del Libro in primavera. Così il team di Lagioia ha scelto di posticipare la kermesse, originariamente prevista dal 13 al 17 maggio, in autunno.

Si parla di settembre o della prima settimana di ottobre, onde evitare di coincidere con le date di altre note kermesse editoriali. Un’ipotesi che convincerebbe anche gli editori, pienamente favorevoli al rinvio, e l’assessore Leon: “Penso che sia la soluzione più realista e intelligente. È necessario cominciare a programmare le attività tenendo conto del quadro della pandemia […], a settembre vedremo gli effetti del vaccino”.

Non si tratta di un caso isolato: anche London Book Fair ha cancellato la data di marzo, spostando l’evento dal 29 giugno al primo luglio. Quanto agli appuntamenti al momento già programmati per la seconda parte del 2021, la Buchmesse di Francoforte è prevista dal 20 al 24 ottobre, e Più libri più Liberi di Roma dal 4 all’8 dicembre.

Confermati titolo, “Vita Supernova” e tema dell’appuntamento fieristico: si ripartirà dal format e dagli appuntamenti ipotizzati per l’edizione, poi saltata, di maggio 2020, ibridando e ampliando la manifestazione in presenza con l'offerta digitale in streaming, ad oggi unica certezza per festival, conferenze e concerti.