Nuovamente rubati i libri della Cabina dell'Arte Diffusa di Piazza Peyron

di REDAZIONE
pubblicato il 18/11/2020


I libri della Cabina dell’Arte Diffusa di piazza Peyron a Torino sono stati rubati. Di nuovo. Già a gennaio 2020 La Repubblica scriveva: “L’ex cabina telefonica Telecom è diventata ormai dal 2016 un luogo di scambio culturale e artistico: quando non ci sono eventi, resta come base per lo scambio di libri, il cosiddetto "book crossing". Al suo interno infatti ci sono decine e decine di volumi, spesso donati, che possono essere presi per una lettura e poi rimessi a posto. Oppure si può portare a casa qualcosa e riportare un volume diverso, per far circolare i testi”. L’occasione per parlarne era stato il furto di 30-40 volumi quasi sotto gli occhi del gestore, Daniele D’Antonio, allontanatosi temporaneamente per una commissione (come riportato dal quotidiano). Ma i casi sono molto più numerosi, e includono anche atti vandalici senza furti: nel settembre 2018 i libri erano stati bruciati e all’interno dell’ex gabbiotto Telecom erano stati lasciati escrementi. Anche l’installazione artistica (un unicorno d’oro, visibile in foto, di autore ignoto) comparsa nel febbraio 2019 era stata successivamente vandalizzata. Ieri mattina, poi, i ladri avrebbero trafugato tra gli altri volumi anche un’intera enciclopedia. Volumi che spesso e volentieri finiscono poi sulle bancarelle di libri usati per essere venduti.