Un ricco programma di eventi per festeggiare i cinque anni di Camera

di REDAZIONE
pubblicato il 30/09/2020


Camera – Centro Italiano per la Fotografia festeggia i suoi primi cinque anni con un ricco programma di attività che si sviluppa in cinque giorni, dal 30 settembre al 4 ottobre 2020, a Camera e a Torino.

Si parte con lo svelamento dell’installazione fotografica "Futures. 2018-2020" (mercoledì 30 settembre, ore 17), un progetto realizzato dai sedici talenti del programma europeo Futures sulle finestre della facciata di Camera, e con un incontro sul futuro della fotografia (mercoledì 30 settembre, ore 18).

Si continua con l'apertura della mostra dedicata a Gianni Berengo Gardin (giovedì 1 ottobre, dalle ore 11), in collaborazione con l'Associazione Archivio Storico Olivetti, seguita da un incontro con il grande maestro (giovedì 1 ottobre, ore 18),

Per passare in serata a “Esterno Notte”, un evento partecipato e diffuso sulla città, dove proiezioni di foto e video daranno vita a palazzi, case e cortili (giovedì 1 ottobre, dalle ore 21.00).

Si procede (venerdì 2 ottobre, ore 19.30) con un’intervista al fotografo Magnum Paolo Pellegrin, al quale la Reggia di Venaria dedica in questo periodo una grande mostra.

Si conclude la settimana con sessioni di letture portfolio a cura di Fiaf e visite guidate alla mostra "Paolo Ventura. Carousel" in compagnia dell'artista e della co-curatrice (sabato 3 e domenica 4 ottobre, per gli orari vedi programma allegato).

È inoltre in programma l'evento diffuso "Esterno notte. Fotografie e proiezioni sulla città", una festa collettiva dedicata alla fotografia e all'immagine. La ricorrenza del quinto anno di attività di Camera è stata un modo per coinvolgere le istituzioni culturali torinesi e i cittadini in un evento di proiezioni diffuse per le vie del centro e delle periferie. Nella serata del primo ottobre finestre, balconi e affacci sull'esterno diventeranno la piattaforma da cui proiettare degli slideshows fotografici o progetti video. A questa iniziativa parteciperanno le principali realtà, enti, istituzioni e gallerie torinesi così come i cittadini coinvolti da Camera attraverso una call pubblica.