Il tricolore illumina il monumento a Vittorio Emanuele II in occasione del bicentenario della nascita

di REDAZIONE
pubblicato il 13/03/2020


Per celebrare l’anniversario dell’Unità d’Italia (17 marzo) e il bicentenario della nascita di Vittorio Emanuele II (14 marzo), la Città di Torino ha deciso di illuminare con un grande tricolore il monumento a Vittorio Emanuele II posizionato all’incrocio tra corso Galileo Ferraris e il corso dedicato al primo re d’Italia.

Acceso lo scorso 13 marzo, il tricolore decorerà la statua sino alla sera del prossimo 18 marzo. L’intervento è stato possibile grazie al contributo e al lavoro dei tecnici di Iren, multiutility dell’energia, partecipata dal Comune di Torino. Per l’installazione luminosa sono stati utilizzati otto proiettori da 575W con sagomatore per proiettare il tricolore sulle colonne, escludendo quindi le statue, e tre proiettori da 200W per illuminare la statua del re.

La “Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’inno e della bandiera” è stata istituita con la legge 23 novembre 201, n°. 222, da celebrarsi il 17 marzo di ogni anno, nel giorno della proclamazione nel 1861 dell’Unità d’Italia, “allo scopo di ricordare e promuovere, nell’ambito di una didattica diffusa, i valori di cittadinanza, fondamento di una positiva convivenza civile, nonché di riaffermare e di consolidare l’identità nazionale attraverso il ricordo e la memoria civica”.

Altre celebrazioni per commemorare la nascita di Vittorio Emanuele II verranno organizzate nelle prossime settimane, compatibilmente con l’evolvere dell’emergenza covid-19, a cura del Comitato per il Bicentenario, recentemente audito a Palazzo Civico.