Pisani lascia la direzione di Seeyousound

di REDAZIONE
pubblicato il 07/02/2020


«Ora è ufficiale. Dopo sei anni lascio Seeyousound. Auguro al festival di continuare il suo straordinario viaggio ed a me di iniziare un nuovo, emozionante, capitolo della vita. “A parte l'uomo, tutti gli animali sanno che lo scopo principale della vita è godersela”». Dopo averlo fondato e diretto per sei edizioni, Maurizio “Mao” Pisani lascia la direzione di Seeyousound, festival torinese nato “dal basso” che unisce musica e cinema.

Lo ha annunciato a pochi giorni dall’inizio dell’edizione 2020 di una delle rassegne che a Torino dobbiamo tenerci più stretta. Perché Seeyousound rappresenta un format innovativo, eclettico ed economicamente sostenibile. Il costo è pari a meno di 100.000 euro annui: i costi di rassegne per dimensione paragonabili ma con lo zampino delle istituzioni pubbliche finiscono con il far lievitare cachet e spese varie.

E i risparmi non sono frutto del genio della lampada, no. Sono frutto del lavoro di tutti coloro che Seeyousound hanno contribuito a fondarlo e a cui si sono dedicati da volontari. Organizzare un festival non è cosa facile, la redazione del Caffè lo sa. Organizzare un evento del calibro qualitativo di Seeyousound anche meno. Il metodo di “call for volunteers” (chiamata a raccolta dei volontari) per ripartire i lavori testimonia l’affetto di chi in questo progetto ci crede realmente.

“[Dietro al festival si nascondono] Molto lavoro e tantissimo entusiasmo. Senza entusiasmo non lo avremmo mai potuto fare: siamo un festival che si nutre proprio di entusiasmo, e che cerca di trasmetterlo anche al pubblico”, dichiarava Pisani due anni fa. E noi possiamo giurare che tutto questo entusiasmo si percepisce.