Il progetto Lastre Fotografiche del CCR: Torino nel 1937 e la mostra del barocco piemontese

di REDAZIONE
pubblicato il 11/12/2019


L'Accademia delle Scienze organizza una serie di incontri di riflessione sul tema della valorizzazione, del restauro e della conservazione dei Beni culturali, con l'intento di far emergere che nel settore dei Beni Culturali il raggiungimento di risultati eccellenti è conseguenza del dialogo fra diverse discipline.

L'incontro del 16 dicembre (ore 16.00, Sala dei Mappamondi, Accademia delle Scienze, Ingresso libero fino a esaurimento posti) è dedicato al progetto di studio, conservazione e digitalizzazione del fondo fotografico della prima grande mostra sul Barocco Piemontese, tenutasi a Torino nel 1937.

Organizzata in Palazzo Carignano dall'allora Direttore dei Musei Civici di Torino Vittorio Viale, per la prima volta la mostra metteva a fuoco le conoscenze relative alla produzione artistica piemontese tra XVII e XVIII secolo. In assenza del catalogo - previsto ma mai edito - la fisionomia della mostra si è dissolta. Le chiavi di accesso per la sua ridefinizione critica sono state la documentazione archivistica e la campagna fotografica, costituita da 1340 negativi su lastra di vetro e conservata presso l'Archivio Fotografico della Fondazione Torino Musei. 

Il progetto, a cura del Centro e della Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura della Compagnia di Sanpaolo, ha previsto l'intervento di conservazione, restauro e ricondizionamento dei manufatti presso il laboratorio di Carta e Fotografia del CCR, la digitalizzazione delle lastre, la loro catalogazione e la creazione di una piattaforma digitale per la consultazione. I diversi aspetti di questo progetto saranno presentati nel corso dell'incontro.