Il piccolo capolavoro ritrovato raffigurante Filippo II di Savoia va all'asta da Christie's

di REDAZIONE
pubblicato il 28/11/2019


Il piccolo capolavoro rinascimentale raffigurante Filippo II di Savoia – improvvisamente e anonimamente ricomparso – andrà all’asta dalla londinese Christie’s il 3 dicembre, ore 19. Opera di Macrino d'Alba (Alba c. 1470 – 1528), la tavola in legno non perfettamente quadrata (misura infatti 33.6 x 32.2 centimetri) sarà venduta come tredicesimo lotto di una serie di opere di scuola italiana (in particolare toscana e lombarda) e fiamminga la cui produzione è da far risalire ai periodi tardomedievale, rinascimentale, manierista, barocco e neoclassico.

Il ritratto a olio raffigura il busto del Duca in armatura e reca la scritta, intorno al tondo del ritratto, 'PHILIPPVS DVX SABAVDIA MAR · IN ITALIA'. La committenza, ignota, è da attribuire probabilmente allo stesso Filippo II o, più probabilmente, a un suo discendente. Il valore stimato dagli esperti della casa d’aste per l’opera oscilla tra le 100.000 e 200.000 sterline.

Da parte delle maggiori istituzioni museali torinesi, orbitanti intorno ai periodi storici citati (Musei Reali, Fondazione Torino Musei), non è giunta alcuna voce in merito al possibile acquisto della tavola. Che, indubbiamente, sarebbe ben festeggiata in caso di rientro a Torino.