Lo Stabile segna ancora record

di REDAZIONE
pubblicato il 21/07/2019


Con il Decreto n. 1100 dell’11 luglio la Direzione Generale dello Spettacolo dal Vivo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali ha pubblicato le assegnazioni del FUS - Fondo Unico dello Spettacolo - per l’anno 2019.

Con un contributo di 3.003.863 euro, in crescita di 153.998 euro rispetto all’esercizio precedente, il Teatro Stabile di Torino rafforza la posizione di Teatro Nazionale più finanziato dal FUS.

Si tratta del più alto contributo FUS mai ricevuto nella storia dello Stabile, che con questo risultato si conferma come il soggetto più finanziato in assoluto dal DM 27 luglio 2017 attraverso il sistema competitivo, considerati tutti gli ambiti disciplinari (prosa, musica, danza).

Il risultato economico in crescita scaturisce dal punteggio ottenuto in ciascuno dei parametri di valutazione (qualità artistica, qualità indicizzata, dimensione quantitativa), pari a 94,94/100; in particolare occorre segnalare che il progetto artistico dello Stabile ha ottenuto il punteggio più alto nella categoria dei ventisei Teatri Nazionali e Teatri di rilevante interesse culturale: 33 punti su 35 disponibili.

Inoltre, anche il festival Torinodanza, organizzato dal TST, si conferma primo tra i festival disciplinari per contributo FUS, con un punteggio di qualità artistica pari a 35/35.

Sommando i contributi FUS per l’attività teatrale, per quella di danza e per le tournée all’estero lo Stabile porta sul territorio 3.134.363 euro.

Stagione teatrale 2018-2019 – L’assegnazione FUS coincide con la chiusura della stagione teatrale 2018-2019 che segna tre nuovi record per lo Stabile: le presenze agli spettacoli nei teatri direttamente gestiti in sede (Carignano, Gobetti, Limone) aumentano da n. 160.102 a quasi n. 170.000 (+6%); gli incassi da bigliettazione crescono di oltre 200.000 euro, da 2.338.520 euro a 2.543.000 euro (+9%); le alzate di sipario passano da n. 514 a n. 555 (+8%).