La domenica di Sottodiciotto all'insegna dell'animazione

di REDAZIONE
pubblicato il 17/03/2019


La domenica di Sottodiciotto Film Festival & Campus www.sottodiciotto.it si apre all’insegna dell’animazione con un programma speciale dedicato a Tintin, che compie 90 anni, con "Objectif Lune" e "On a marché sur la Lune" (ore 15.30, Cinema Massimo - MNC, Sala Rondolino), storie in cui il fumettista belga Hergé nel 1954 faceva sbarcare il suo eroe sul nostro satellite anticipando di ben quindici anni l’impresa dell’Apollo 11. La proiezione sarà introdotta dal giornalista e divulgatore scientifico Piero Bianucci e da Gianfranco Goria, direttore di afNews.info e autore del libro Tintin, un giovanotto di novant’anni. Nel tardo pomeriggio ritorna in scena anche l’altro combattivo e indistruttibile novantenne a cui il Festival fa gli auguri. Il secondo appuntamento della domenica con l'animazione è dedicato a Braccio di Ferro, con una selezione di 9 episodi (ore 18, Cinema Massimo – MNC, Sala Rondolino), realizzati tra il 1933 e il 1942. La proiezione è preceduta da un incontro dedicato al rapporto tra il Popeye protagonista dei fumetti di Segar e la sua versione cinematografica. Interverranno il produttore Alfio Bastiancich, Dino Aloi, storico della satira, e il fumettista Sergio Ponchione, autore di una rivisitazione contemporanea di Braccio di ferro nel volume collettivo Revoilà Popeye, che durante l’incontro disegnerà dal vivo i personaggi di Segar.

Sempre nel pomeriggio, si svolgerà la premiazione dei vincitori del Concorso nazionale OFF (ore 16, Cinema Massimo – MNC, Sala Soldati), la sezione competitiva del Festival riservata ai cortometraggi realizzati in ambito extrascolastico dagli under 18. La cerimonia sarà preceduta dalla proiezione di "Flying Roots". Il film, che vuole essere un invito a ragionare sulla propria identità e sulle radici delle nostre famiglie, sarà introdotto da alcuni degli autori – Federico Hu, Ludovica Paesano, Micaela Zurita Poma – e dal produttore Michele Aiello di ZaLab.

Nel tardo pomeriggio, in cartellone "Gli anni" di Sara Fgaier (ore 18.30, Cinema Massimo – MNC, Sala Soldati), vincitore del premio per il miglior cortometraggio europeo alla 31ma edizione degli Efa, e "Pantareno" di Ettore Camerlenghi e Alexis Ftakas.

In serata, il Festival presenta – in collaborazione con Exit Media e Slow Cinema – l’anteprima di "L’educación del Rey" (ore 20, Cinema Massimo – MNC, Sala Rondolino) dell’argentino Santiago Esteves. Sempre in serata, la retrospettiva del Festival, intitolata “This Is Not a Selfie”, prosegue con il film-simbolo della sezione: This Is Not a Film (ore 20.30, Cinema Massimo – MNC, Sala Soldati) di Jafar Panahi, realizzato nel 2011 e girato durante i mesi in cui il regista iraniano è rimasto agli arresti domiciliari in attesa del verdetto della Corte d’appello che gli ha poi confermato la condanna al carcere e il divieto di dirigere film.

Tutti gli appuntamenti e le proiezioni del Festival sono a ingresso gratuito.