Cartoons on the Bay torna a Torino

di REDAZIONE
pubblicato il 30/07/2018


Per il terzo anno consecutivo sarà Torino a ospitare Cartoons on the Bay, il festival internazionale dell’animazione cross-mediale e della tv dei ragazzi promosso da Rai e organizzato da Rai Com in collaborazione con Regione, Film Commission Torino e Fip Film Investimenti Piemonte.

La kermesse, importante realtà internazionale del mondo dell’animazione e dell’audiovisivo, si terrà infatti nel capoluogo piemontese dall’11 al 13 aprile 2019, con proiezioni aperte al pubblico e un programma, in fase di definizione, dedicato agli operatori del settore.

Un’edizione, quella attesa per la primavera 2019, con cui Cartoons on the Bay intende rafforzare la propria vocazione professionale e, allo stesso tempo, avvicinarsi sempre più agli utenti. I temi dell’edizione 2019 saranno la fantascienza, il fantasy, l’horror: l'animazione della fantasia, il fantastico e l'immaginario nei cartoni animati. Paese ospite gli Stati Uniti. Ma ci sarà spazio anche per lo sport giovanile con attività ed eventi sportivi che coinvolgeranno studenti e giovani.

“La scelta di realizzare a Torino, per il terzo anno, un festival di rilievo internazionale come Cartoons on the Bay è un’occasione preziosa per valorizzare il comparto locale e per offrire a professionisti, studenti e cittadini importanti opportunità di fruizione – dichiara Antonella Parigi, assessore regionale alla Cultura e al Turismo - Allo stesso tempo questa conferma rafforza il ruolo della città e della regione quali centri di riferimento per il settore dell’animazione e del cross-mediale".

“Siamo estremamente soddisfatti che per il terzo anno consecutivo sia la città di Torino ad ospitare Cartoons on the Bay – spiega Roberto Nepote, presidente di RaiCom - Sarà una edizione che trasformerà la città nella capitale dell'animazione, un laboratorio attento all'evoluzione tecnologica, stilistica e tematica di questo genere artistico in grande sviluppo a livello mondiale. E non mancheranno tante sorprese alla quali il direttore artistico della manifestazione, Roberto Genovesi, lavora già da tempo”.